- Nord, Laghi e Patagonia

Destinazione: Cile

/

Tipo Vacanza: Partenze Garantite

Nord, Laghi e Patagonia ( Rif. TV1001 )

Durata: 14 Giorni e 11 Notti

/

Periodo: Settembre 2018 - Aprile 2019

Struttura: Come prescelto

Durata: 14 giorni / 11 notti

Lingua: Multilingue con italiano

Voli Intercontinentali: Esclusi

Voli Interni Cile: Esclusi

Cambio applicato: 1 USD = € 0,86

Validità Programma: Dal 15/08/2018 al 30/04/2019

Valuta l'Offerta

voto 5/5 da 1 voti

La Nostra Proposta

Da: € 2525

Quando vuoi partire?

Aeroporto di partenza

COM_OFFERTE_SELECT_FREE_POD

Dettagli

 

Itinerario

1° Giorno

  • Italia
  • Santiago del Cile

Italia

.

Santiago del Cile

.

2° Giorno

  • Santiago del Cile

Santiago del Cile

.

3° Giorno

  • Santiago del Cile
  • Calama
  • San Pedro de Atacama

Santiago del Cile

.

Calama

.

San Pedro de Atacama

.

4° Giorno

  • San Pedro de Atacama
  • Lagune Miniques e Miscanti

San Pedro de Atacama

.

Lagune Miniques e Miscanti

.

5° Giorno

  • San Pedro de Atacama
  • Geiser Tatio

San Pedro de Atacama

.

Geiser Tatio

.

6° Giorno

  • San Pedro de Atacama
  • Calama
  • Santiago del Cile
  • Puerto Montt
  • Puerto Varas

San Pedro de Atacama

.

Calama

.

Santiago del Cile

.

Puerto Montt

.

Puerto Varas

.

7° Giorno

  • Puerto Varas

Puerto Varas

.

8° Giorno

  • Isola Chiloe
  • Puerto Varas

Isola Chiloe

.

Puerto Varas

.

9° Giorno

  • Puerto Varas
  • Punta Arenas
  • Puerto Natales

Puerto Varas

.

Punta Arenas

.

Puerto Natales

.

10° Giorno

  • Puerto Natales
  • Glacier Balmaceda y Serrano

Puerto Natales

.

Glacier Balmaceda y Serrano

i ghiacciai di Balmaceda e Serrano si trovano in Cile.

11° Giorno

  • Puerto Natales
  • Torres del Paine

Puerto Natales

.

Torres del Paine

.

12° Giorno

  • Puerto Natales
  • Punta Arenas
  • Santiago del Cile

Puerto Natales

.

Punta Arenas

.

Santiago del Cile

.

13° Giorno

  • Santiago del Cile
  • Italia

Santiago del Cile

.

Italia

.

14° Giorno

Arrivo e FINE DEL VIAGGIO.
  • Italia

Italia

.

Programma di Viaggio

1° Giorno – Italia / Santiago
Ritrovo dei Sigg.ri partecipanti all’aeroporto di partenza in tempo utile per il disbrigo delle formalità d’imbarco. Partenza con volo di linea per Santiago. Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno – Santiago
Arrivo all’aeroporto di Santiago. Disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. (Le camere saranno assegnate nel pomeriggio. Possibilità di prenotatre un Early check-in). Nel pomeriggio visita della città tra la Cattedrale, il Palazzo del Governo “la Moneda” (visita esterna), la zona pedonale di “paseo” Ahumada. Si prosegue per le vie del centro storico, per il quartiere boheme di Bellavista, e quello residenziale con eleganti palazzi, cuore commerciale e finanziario di Santiago. Rientro in hotel e Pernottamento.
Nessun pasto compreso.

3° Giorno – Santiago / Calama / San Pedro de Atacama
Prima colazione in Hotel. Trasferimento in tempo utile in aeroporto per le operazioni d'imbarco e partenza con volo per Calama. Arrivo all’aeroporto di El Loa, e trasferimento a San Pedro de Atacama (circa 1 ora e mezza) attraversando la “Cordillera Domeyko e de la Sal”. Nel tardo pomeriggio visita della Cordigliera del sale, la valle di Marte (chiamata anche valle della morte) e la Valle della Luna, da dove si potrà godere di un meraviglioso tramonto su deserto di Atacama. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione

4° Giorno – San Pedro de Atacama / Salar de Atacama / Toconao / Lagunas Altiplanicas / San Pedro de Atacama
Prima colazione in Hotel. Giornata di visita alle lagune Miniques e Miscanti, due piccoli laghi d’altura nella Reserva Nacional de los Flamencos. Si percorrono circa 350 km e si sale a circa 4.500 mt sul livello del mare. Sosta al villaggio di Socaire, caratterizzato dalla presenza di una piccola chiesa di epoca coloniale. Rientro a San Pedro previsto per il pomeriggio. Sosta per la visita di Toconao, un piccolo “pueblo” coloniale interamente costruito in “liparite”. Proseguimento verso il Salar de Atacama, distesa di sale di rara bellezza che si estende per circa 300.000 ettari con una larghezza di 100 chilometri. All’interno del Salar si ammira la Laguna Chaxa, habitat dei fenicotteri rosa. Rientro in Hotel a San Pedro de Atacama. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione e Pranzo in corso di escursione.

5° Giorno – San Pedro de Acatama / Geiser Tatio / San Pedro de Atacama
Partenza prima dell’alba (04/05 del mattino circa) per i Geiser del Tatio. Arrivo e visita guidata del campo geotermale e per osservare le imponenti fumarole che raggiungono il loro massimo splendore prima dell’alba. Colazione di fronte ai Geiser e rientro a San Pedro de Acatama. Lungo il percorso si godrà di una spettacolare vista dei Vulcani Tocorpuri e Sairecahur. Il resto della giornata è a disposizione per la visita libera del paese e del mercato artigianale. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione

6° Giorno – San Pedro de Atacama / Calama / Santiago / Puerto Montt / Puerto Varas
Prima colazione in Hotel. Trasferimento all’aeroporto di Calama e partenza con volo per Puerto Montt con cambio aeromobile a Santiago. Arrivo e trasferimento nella vicina cittadina di Puerto Varas con i suoi splendidi viali adornati con i bellissimi roseti, Cerro Phillippi caratterizzato da un’incantevole vista panoramica del Lago Llanquihue e del Vulcano Osorno. Sistemazione in hotel e Pernottamento.
Pasti compresi: Prima Colazione

7° Giorno – Puerto Varas / Frutillar / Petrohue / Puerto Varas
Prima colazione in Hotel. Partenza per la visita di Fruitillar, durante il tragitto si potrà ammirare l’imponenza del Vulcano Osorno e del Lago Llanquihue. Giro turistico del paese e della chiesa. Per finire sosta presso le rapide di Petrohué. Proseguimento fino al porto del Lago Todos Los Santos. Rientro in serata in hotel per il pernottamento.
Pasti compresi: Prima Colazione

8° Giorno – Puerto Varas / Isole di Chiloé / Puerto Varas
Prima colazione in Hotel. Intera giornata di escursione all’Isola di Chiloe in un percorso di circa 450 km. Nella località di Pargua, breve tratto in battello per attraversare il canale Chacao, approdo all’omonimo paesino, primo approccio alla tipica architettura “chilota”. Si visiteranno i paesi di Quemchi e Aucar, in quest’ultimo si trova un impressionante ponte pedonale in legno, della lunghezza di 560 m, che collega il paese con il pittoresco cimitero locale. Si prosegue verso Colo dove si potrà ammirare una delle più tradizionali chiese dell’isola. Le chiese di Chiloé sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità. In diversi paesi, come per esempio Tenaùn, si possono apprezzare le tipiche costruzioni decorate con le caratteristiche tegole di legno nativo. Il percorso comprende anche la visita della città di Castro, dove oltre alla chiesa si potranno ammirare le caratteristiche strutture costruite su palafitte. Il Mercato dell’Artigianato espone invece i tipici lavori in lana. Rientro a Puerto Varas in serata. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione

9° Giorno – Puerto Varas / Punta Arenas / Puerto Natales
Prima colazione in Hotel. Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza con volo per Punta Arenas. Arrivo, trasferimento alla stazione degli autobus e partenza con bus di linea per Puerto Natales. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.
Pasti compresi: Prima Colazione

10° Giorno – Puerto Natales / Glacier Serrano y Balmaceda / Puerto Natales
Prima colazione in Hotel. Intera giornata di escursione in barca navigando il fiordo Ultima Speranza, dopo circa tre ore di navigazione arrivo al ghiacciaio Balmaceda dove si potranno vedere colonie di leoni marini e di cormorani. Proseguimento fino alla fine del fiordo, sbarco e visita del ghiacciaio Serrano, al quale si accede attraverso un sentiero in un bosco patagonico. Rientro in serata a Puerto Natales. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione e Pranzo in corso di escursione.

11° Giorno – Puerto Natales / Parque Nacional Torres del Paine / Puerto Natales
Prima colazione in Hotel. Intera giornata di escursione al Parco Nazionale Torres del Paine con sosta alla Cueva de Milodòn, dove sono stati scoperti resti di un animale erbivoro chiamato Milodonte. Proseguimento nella steppa patagonica dove vivono guanaco, volpi, nandu, cervi e condor andini, arrivo nel Parco Nazionale Torres del Paine, dichiarato riserva Mondiale della Biosfera dall’UNESCO nel 1978. Visita del Salto Grande del Rio Paine, dove si ha la possibilità di apprezzare il maestoso e imponente massiccio montuoso delle Torres del Paine, si prosegue fino al Lago Peohe per poi arrivare al Lago Grey. Rientro a Puerto Natales in serata. Pernottamento in hotel.
Pasti compresi: Prima Colazione e Pranzo in corso di escursione

12° Giorno – Puerto Natales / Punta Arenas / Santiago
Prima colazione in Hotel. Trasferimento alla stazione degli autobus e partenza con bus di linea per l’Aeroporto di Punta Arenas e partenza con volo per Santiago. Arrivo, trasferimento e sistemazione in Hotel. Pernottamento.
Pasti compresi: Prima Colazione

 

13° Giorno – Santiago / Italia
Prima colazione in Hotel. Trasferimento all’aeroporto in tempo utile per le operazioni d'imbarco. Partenza con volo di linea per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.
Pasti compresi: Prima Colazione

14° Giorno – Italia
Arrivo all’aeroporto di origine e FINE DEI SERVIZI.

Note:

  • Itinerario potrebbe essere modificato secondo gli orari dei voli, le condizioni atmosferiche o per fornire un migliore servizio.
  • Navigazione ai ghiacciai Balmaceda e Serrano opera tutti i giorni dal 15 settembre al 31 marzo. Da aprile al 14 settembre opera solo la domenica più 2 o 3 giorni a settimana con un minimo di 10 passeggeri imbarcati e pagato.
  • Musei chiusi il lunedì.
  • Le escursioni alle lagune Altiplaniche e Tatio geyser non sono raccomandate per le persone con problemi di cuore (4.600 mt) a.s.l.
  • Prenotazione in categoria standard con conferma immediata.
  • Prenotazione in categoria superiore, i prezzi sono soggetti a conferma durante le vacanze speciali (Pasqua, Giorno dell'Indipendenza, Natale, Capodanno, ecc).

Quota Individuale di Partecipazione

 

 
Servizi Hotel Standard Hotel Superior (*)
Sett/Dic Gen/Apr Sett/Dic Gen/Apr
Sistemazione in camera doppia  € 2.525 € 2.751 € 2.838 € 3.133
Supplemento camera singola € 777 € 839 € 874 € 973
Supplemento partenze Capodanno 2018 (a persona) € 357   € 357  
Volo intercontinentale e interni Cile (tasse aeroportuali incluse) da € 1.512
Assicurazione Annullamento - Clicca qui per Tabella prezzi Facoltativa
Le tariffe aeree proposte sono prenotabili in classi speciali con limitazione di posti. Nel caso di indisponibilità della classe quotata sarà applicato un supplemento. Le tariffe aeree in classe speciale non sono ne modificabili ne rimborsabili e sono da saldare all'atto della conferma del viaggio.
(*) Il prezzo della categoria Superior può variare in base alla disponibilità dell'Hotel al momento della richiesta
La Quota Comprende La Quota non Comprende
  • Sistemazione in hotel della categoria prescelta in camere doppie con servizi privati
  • Pasti come da programma
  • Trasferimenti in servizi condivisi e guide locali bilingue parlanti italiano/spagnolo tranne che per il trasferimento Calama/San Pedro de Atacama/Calama che non include la guida e per i trasferimenti Punta Arenas/Puerto Natales/Punta Arenas (pullman in servizio di linea regolare senza guida)
  • Biglietto regolare di autobus Punta Arenas / Puerto Natales / Punya Arenas senza guida
  • Escursioni come indicato nel programma in servizio regolare con altri partecipanti e guide locali bilingue parlanti italiano/spagnolo
  • Escursione a Balmaceda e Serrano con guida locale parlante spagnolo e inglese
  • Biglietti d'ingresso ai parchi e musei
  • Tasse e percentuali di servizio
  • Assicurazione medico-bagaglio base
  • Assistenza della nostra Agenzia Corrispondente in Cile
  • I voli intercontinentali Italia/Santiago/Italia
  • I voli interni in Cile
  • Le tasse aeroportuali internazionali e nazionali in Cile
  • I pasti non indicati nel programma
  • Le bevande
  • L’assicurazione contro le spese di annullamento
  • Le mance, gli extra di natura personale, e tutto quanto non menzionato ne "La Quota Comprende"
Hotel di categoria Standard Hotel di categoria Superior

SANTIAGO: Hotel Eurotel 3*sup o similare
SAN PEDRO DE ATACAMA: Hotel La Casa de Don Tomas 3* o similare
PUERTO VARAS: Hotel Bellavista 3* o similare
PUERTO NATALES: Hotel Costaustralis 4*sup camere vista città o similare

SANTIAGO: Hotel Atton El Bosque 4* o similare
SAN PEDRO DE ATACAMA: Hotel Altiplanico Atacama 3*sup o similare
PUERTO VARAS: Hotel Radisson Puerto Varas 5* o similare
PUERTO NATALES: Hotel Costaustralis 4*Sup. camere vista mare o similare

L'ordine delle escursioni può variare per un migliore sviluppo dell'itinerario a seconda delle condizioni climatiche e orari dei voli
Comunicazione alla Provincia di Verona, Serv. Turistico-ricreativi in data 10/09/2018

 

Cile - Condizioni di Partecipazione
Cile - Informazioni Utili
Condizioni di Assicurazione Allianz
Le foto pubblicate sono del paese visitato ma non si riferiscono obbligatoriamente a ciò che si visiterà durante il viaggio

 

Info Utili

Valido al 13.11.2018, pubblicato il 21.09.2018

Informazioni Generali

•    Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento : “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.
Visto d'ingresso: non necessario, per turismo fino a tre mesi (90 giorni) di permanenza nel Paese.
Si raccomanda di fare attenzione a non smarrire la copia del foglietto di immigrazione compilato all’atto di ingresso nel Paese, necessario per l’uscita dal Cile. In caso di furto occorre  denunciarlo immediatamente.
Formalità valutarie: nessuna. Non e’ possibile fare ingresso in Cile con importi in contanti non dichiarati superiori ai 10.000 USD.
La valuta straniera in Cile può essere liberamente cambiata nel Paese. Il Peso è convertibile in tutte le monete. Le Società commerciali sono, sotto il profilo giuridico, simili a quelle italiane.
Ulteriori informazioni sono reperibili consultando i seguenti siti: http://www.ambsantiago.esteri.it
http://www.infomercatiesteri.it/paese.php?id_paesi=40 #slider-2 
Controlli fitosanitari alle frontiere: al momento dell'ingresso nel Paese viene richiesto ai viaggiatori di compilare un modulo nel quale si dichiara l'eventuale presenza di frutta, miele, prodotti di origine vegetale (tra cui manufatti in legno) o animale (formaggi, insaccati, ecc.) ed altro.
Si invitano i viaggiatori a prestare particolare attenzione nella compilazione di tale dichiarazione, poiché vengono realizzati controlli capillari presso tutte le frontiere di ingresso (terrestri, portuali ed aeroportuali) da parte del SAG (Servicio Agricola y Ganadero), che provvede all'attento esame dei veicoli e di tutti i bagagli, anche tramite apparecchiature a raggi X.
Nel caso di rinvenimento di prodotti il cui ingresso e' vietato nel Paese, essi vengono sequestrati e distrutti. Nel caso in cui non si sia provveduto a dichiararne il possesso, vengono applicate sanzioni pecuniarie anche rilevanti.
Onde evitare inconvenienti, si suggerisce di visionare preventivamente il sito web del SAG (www.sag.cl) nella sezione ingreso/salida de Chile/pasajeros, dove sono elencati i prodotti autorizzati e quelli vietati.
In caso di dubbio sul contenuto del proprio bagaglio o su specifici oggetti, si consiglia di dare risposta affermativa nella dichiarazione circa la possibile presenza di prodotti di origine animale o vegetale, lasciando ai funzionari del SAG la facoltà di identificare l’eventuale presenza di prodotti effettivamente vietati: in tal caso, i prodotti che dovessero essere rinvenuti verrebbero sequestrati, senza incorrere in sanzione alcuna.
Viaggiatori con animali (cani e gatti)

Coloro che viaggiano cani e gatti devono essere in possesso di un certificato sanitario rilasciato nel Paese d'origine meno di 7 giorni prima della partenza e vistato da un Consolato cileno. È inoltre necessario possedere un certificato di vaccinazione anti-rabbica, vaccino che deve essere somministrato minimo 30 giorni prima e massimo 12 mesi prima dell'arrivo in Cile.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 13.11.2018, pubblicato il 21.09.2018

Sicurezza

•    Indicazioni generali, ordine pubblico, criminalità
Il Paese presenta una situazione di sicurezza complessivamente soddisfacente sotto il profilo dell’ordine pubblico. In molti quartieri dell’area metropolitana di Santiago, soprattutto nel centro e nelle periferie sud e ovest, è tuttavia presente un alto rischio criminalità, specialmente nelle ore serali. Anche nei quartieri residenziali e più eleganti, concentrati nella parte orientale di Santiago, a ridosso della Cordigliera, sono abbastanza frequenti rapine ed assalti nelle abitazioni private. Episodi di criminalità sono stati segnalati nel centro storico della capitale, soprattutto la notte, e in tutti i quartieri a sud-ovest (Recoleta, Independencia, Pudahuel, La Florida, P.A.C., Lo Espejo, Cerrillos, Conchali’, La Granja, Quilicura, San Miguel, Estaciòn Central).
Sono stati segnalati, anche in pieno giorno, casi di assalto a scopo di rapina all'interno del Parco cittadino del Cerro San Cristobal, borseggi e scippi nel centro di Santiago e nelle ore notturne anche tentativi di assalti nella zona popolare e turistica di “Bellavista”, specialmente nei pressi di “Calle Pio IX” cosi come nei quartieri residenziali di Las Condes, Vitacura e Lo Barnechea.
Nelle zone maggiormente frequentate dai turisti, così come in alberghi, ristoranti e locali di Santiago e delle altre città del Paese, si registrano numerosi casi di furto di borse, portafogli e in genere di effetti personali. I furti avvengono di frequente grazie all’utilizzo di tecniche di distrazione delle vittime, preceduti ad esempio dal lancio di sostanze liquide di vario tipo (vernice, uova, guano) cui segue l’intervento di complici che con la scusa di soccorrere la vittima del lancio della sostanza la derubano del passaporto e oggetti di valore.

•    Rischio terrorismo
Il Paese condivide con il resto del mondo l’esposizione al fenomeno del terrorismo internazionale.

•    Rischi ambientali e calamità naturali
L’intero Paese è a forte rischio sismico e detiene il record dei 3 terremoti sui 10 più forti registrati al mondo. Il più forte in assoluto, con una magnitudo di 9,6 della scala Richter si è verificato a Valdivia nel 1960.
Il 27 febbraio 2010 un terremoto di magnitudo 8.8 della scala Richter ha provocato anche un devastante maremoto.
Sono frequenti scosse sismiche anche di notevole intensità (superiori a magnitudo 5 della scala Richter) in qualsiasi parte del territorio cileno.
Si consiglia vivamente di prendere attenta visione della segnaletica di emergenza sulle vie di fuga più vicine presenti in tutte le strutture pubbliche (hotel, ristoranti, bar, discoteche, centri commerciali). Si consiglia altresì, nelle località costiere, di individuare sempre le vie di evacuazione in caso venga attivato l’allarme per un eventuale maremoto.
Generalmente il livello di costruzione è di notevole resistenza antisismica, per cui, in caso di una forte scossa sismica, è necessario non perdere la calma e seguire le indicazioni del personale di sicurezza presente. Un manuale di norme di comportamento è consultabile al sito della Protezione civile cilena, www.onemi.cl. In aggiunta è possibile consultare il documento “consigli in situazioni di emergenza” di questo sito (http://www.viaggiaresicuri.it/fileadmin/user_upload/Consigli_per_situazioni_di_emergenza.pdf.)
In Cile vi sono circa 2.900 vulcani, dei quali 80 in attività, corrispondenti al 15% del totale dei vulcani attivi del mondo.
Il più attivo in assoluto è il Villarica, nel centro-sud del Paese. Tra gli altri vulcani in attività, si segnalano i seguenti: Chillán, Antuco, Cayaqui, Copahue, Sollipulli, Llaima, Chaitén, Lanín, Lonquimay, Mocho, Choshuenco, Puyehue, Antillanca, Osorno, Calbuco e Hudson. A nord del Paese, si segnala il vulcano Láscar.
Le autoritá locali hanno decretato allerta gialla in relazione al complesso vulcanico “Nevado de Chillan”  ed hanno stabilito il divieto assoluto di accesso all’area nel raggio di 3 Km dai crateri attivi.
Si raccomanda ai  connazionali presenti nella zona la massima cautela e di consultare il sito http://www.sernageomin.cl/volcanes.php.
In caso di emergenza, si consiglia di prendere visione delle indicazioni della Protezione civile cilena (Onemi) disponibili sul sito: www.onemi.cl. In aggiunta è possibile consultare il documento “consigli in situazioni di emergenza” di questo sito http://www.viaggiaresicuri.it/fileadmin/user_upload/Consigli_per_situazioni_di_emergenza.pdf 
Con l’arrivo della stagione fredda (giugno - settembre) a Santiago i livelli di inquinamento dell’aria si innalzano e determinano spesso uno stato di pre-emergenza ambientale. L’alto livello di inquinamento è dovuto alla particolare ubicazione della città di Santiago che è situata in una conca fra le Ande ad oriente ed i rilievi montuosi a sud-ovest. L’inquinamento può provocare seri problemi respiratori e cardiocircolatori, specie nei bambini e negli anziani, nonché frequenti casi di allergie.

•    Aree di particolare cautela
A causa della presenza di campi minati, anche se debitamente segnalati, si sconsiglia di avventurarsi a nord nelle zone di confine con Bolivia e Perù ed in quelle montagnose al confine con l’Argentina, se non accompagnati da una guida locale. Campi minati si trovano anche all’estremo sud del Paese, nella zona di Bahía Azul dell’Isla Grande de la Tierra del Fuego, nonché, ancora più a sud, nelle seguenti isole: Isla Nueva, Isla Picton, Isla Deceit, Isla Freycinet e Isla Hornos.
Nell'Araucania, si segnalano sporadici eventi ostili, principalmente legati alle tensioni socio-economiche e alle rivendicazioni delle popolazioni indigene. Si raccomanda prudenza e di monitorare gli sviluppi della situazione in loco.
Nel resto del Paese è preferibile evitare le periferie di tutte le maggiori città.

•    Avvertenze
Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio sul portale DOVESIAMONELMONDO;
- prestare la massima attenzione e di non lasciare incustoditi i propri effetti personali o documenti (passaporti, carte di credito) negli hotel, anche di alta categoria e nelle auto parcheggiate;
- informarsi sull’altitudine dei luoghi che si intendono visitare onde evitare di trovarsi in difficoltà in località difficilmente raggiungibili dai mezzi di soccorso, in caso si desideri visitare luoghi di alta montagna, quali i deserti del nord del Paese, con zone che si trovano anche sopra i 3.000 metri. Si sconsigliano comunque queste escursioni ai viaggiatori affetti da insufficienza cardiaca o polmonare a meno che non siano accompagnati da guide esperte che portino con sé l’ossigeno;
- lasciare indicazioni del luogo esatto che si intende visitare in caso di escursioni in montagna, e non solo nelle zone più isolate del nord (deserto di Atacama) e sud del Cile (Patagonia);
- affidarsi sempre a guide esperte ed utilizzare equipaggiamento adeguato.

Sono frequenti cambiamenti climatici anche repentini ed imprevisti che possono rendere difficili anche escursioni giornaliere di tipo turistico. E' obbligatorio accedere ai sentieri attraverso i punti segnalati dalla CONAF. Tale indicazione deve essere seguita nel proprio interesse, al fine di poter facilitare i soccorsi e le ricerche in caso di mancato rientro. Si sono verificati casi di escursionisti dispersi, anche nelle zone più frequentate dei Parchi nazionali. Molte zone del Paese, non solo a ridosso della Cordigliera (ad esempio in gran parte dell’Isola di Pasqua), non hanno copertura telefonica mobile. Per escursioni prolungate o su percorsi meno battuti è vivamente consigliato l'uso di GPS e telefoni satellitari. Si ricorda di prendere visione delle norme che regolano l’accesso ai parchi della CONAF. In caso di gravi violazioni di alcune di queste norme è prevista l’espulsione immediata dal Paese.

In caso di difficoltà, si consiglia di rivolgersi immediatamente alle autorità di polizia locali o ai “Carabineros de Chile” per eventualmente sporgere denuncia. Per qualsiasi evenienza, l’Ambasciata d’Italia a Santiago è raggiungibile al numero di emergenza +56978098998, nonché all’indirizzo e-mail consolato.santiago@esteri.it.

•    Normative locali rilevanti
Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga: la produzione, la trasformazione e il possesso di droghe o stupefacenti sono severamente puniti dalla legge.
Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: la normativa locale prevede pene severe.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

A partire dal 1° marzo 2013 è entrata in vigore una nuova legge che proibisce severamente il fumo nei locali pubblici, chiusi o all’aperto (alcuni parchi e giardini) con modalità più restrittive della legge vigente in Italia. Si consiglia vivamente di attenersi alle apposite indicazioni presenti nei locali pubblici al fine di evitare sanzioni amministrative.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) e’ necessario informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

•    Informazioni per le aziende
Si consiglia alle aziende italiane che inviano tecnici o maestranze anche solo per brevi missioni nel Paese, di adottare specifiche misure di sicurezza e di attenersi alle disposizioni impartite dalle autorità locali in materia di trasferimenti di personale straniero.
Le aziende italiane sono invitate a registrare la presenza di proprie maestranze sul portale DOVESIAMONELMONDO e a segnalarle all’Ambasciata.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 13.11.2018, pubblicato il 21.09.2018

Situazione sanitaria

•    Strutture Sanitarie
La qualità delle strutture sanitarie pubbliche non è paragonabile al livello europeo in nessuna parte del Paese. Le strutture sanitarie private nell’area di Santiago (regione Metropolitana) e nella V Regione (Viña del Mar e Valparaíso) sono di ottimo livello ma con costi elevati. Nelle città di Temuco, Valdivia, Puerto Montt, Antofagasta, Arica e La Serena sono discrete. Nel resto del Paese sono di basso livello.
I costi delle cure mediche in Cile sono particolarmente elevati ed i turisti sono tenuti al pagamento anche delle prestazioni di primo soccorso e di emergenza.
Per quanto concerne nello specifico l’Isola di Pasqua, esiste in loco un solo ospedale con una limitata capacitá di assistenza sanitaria e per tale ragione i malati più gravi vengono trasferiti presso strutture del Cile continentale in eliambulanza.

•    Malattie presenti
Si registrano in varie zone del Paese alcuni focolai di meningite meningococcica. Nelle regioni del centro e del sud è endemica la presenza di topi portatori del virus “Hanta”, che può contagiare l’uomo. Il virus ha una mortalità del 50%. Nel mese di gennaio 2017 sono stati riscontrati cinque casi di contagio in zone rurali della Regione del Bio Bio.
Informazioni sul virus e relative precauzioni da adottare possono essere reperite consultando il sito: www.conaf.cl degli uffici della CONAF (Corporaciòn Nacional Forestal).
La zanzara Aedes Aegypti, che se infetta è portatrice del virus Zika, non è presente nel Cile continentale. Pertanto non esiste, secondo le Autorità Locali, rischio di trasmissione della malattia nel Cile continentale. L’esistenza di persone che siano state contagiate all’estero e che abbiano fatto ritorno in Cile non costituisce, sempre secondo le Autorità Locali, rischio per la popolazione.
L’unico territorio cileno in cui è presente la zanzara Aedes Aegypti è l’Isola di Pasqua. Allo stato attuale non sono stati riscontrati casi di virus Zika nell’Isola.
 Le Autorità Locali, raccomandano comunque ai residenti sull’Isola e ai turisti che vi si rechino di adottare gli opportuni accorgimenti per evitare di essere punti e di utilizzare repellenti specifici che contengano almeno il 30% di principio attivo DEET o picaridina.
I rischi per le donne in stato di gravidanza sono ancora oggetto di studio. Le Autorità Locali  consigliano alle donne in stato interessante che hanno programmato un viaggio nelle zone interessate dalla diffusione del virus di consultare il proprio medico ed evitare il viaggio se non indispensabile.
Per maggiori informazioni sulla diffusione del virus in Cile si consiglia di consultare la pagina web del locale Ministero della Salute http://web.minsal.cl/virus-zika/  mentre per ulteriori approfondimenti  si prega di consultare il FOCUS Zika Virus sulla home page di questo sito.

•    Avvertenze
Si consiglia previo parere medico, la vaccinazione contro epatite A, vista la frequenza di casi registrati.
Alcuni viaggiatori temporanei hanno presentato disturbi intestinali nella prima settimana di permanenza in Cile, dovuti soprattutto alla presenza di microrganismi nell’acqua, che tuttavia è potabile.
Si raccomanda di  bere solo acqua minerale, senza aggiunta di ghiaccio e di non mangiare verdure ed insalate crude.
Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 13.11.2018, pubblicato il 21.09.2018

Viabilita

Patente: i turisti possono guidare utilizzando la patente italiana o la patente internazionale. In caso di residenza in Cile la patente italiana non può essere più utilizzata ed è necessario rivolgersi alla Dirección de Transito della Municipalidad nella quale si risiede per ottenere la patente cilena. Non esistendo accordi bilaterali in materia tra Italia e Cile, sarà necessario sostenere nuovamente l’esame teorico e pratico di guida e sottoporsi ai controlli medici.

Assicurazione auto: obbligatoria. Le assicurazioni estere non sono accettate. È necessario stipulare una assicurazione a breve termine, ottenibile presso le compagnie di assicurazione vicine ai posti di frontiera. Non è possibile stipulare polizze ai posti di frontiera stessi.
È consigliato il "carnet di passaggio in dogana" (CPD) per veicoli importati temporaneamente. Per ulteriori informazioni sul CPD si consiglia di consultare il Sito ACI
Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata presso un notaio.

Norme di guida


Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio.  
Cinture di sicurezza: obbligo di indossarle sui sedili anteriori dei veicoli immatricolati in Cile o all'estero.
Bambini: non possono sedere sui sedili anteriori di un veicolo. In un'età compresa tra i 6 mesi e i 4 anni devono essere sistemati in seggiolino adeguato.
Luci: di notte, un veicolo fermo in un luogo pubblico male illuminato, deve avere le luci di posizione accese.
È obbligatorio avere a bordo triangolo, valigetta di pronto soccorso, estintore e giubbotto riflettente.
L'uso delle catene è obbligatorio in caso di forti nevicate.

Tasso alcolemico: nel marzo 2012 è entrata in vigore la nuova legge “tolleranza zero” che prevede sanzioni di tipo amministrativo, con ritiro della patente di guida, qualora al conducente venga riscontrato, a seguito di un test alcolico, un limite alcolemico fino a 0.03 mg/l. Qualora venga superato tale limite e a seguito di un’analisi del sangue, scatta l’immediata carcerazione preventiva in attesa del giudizio di un tribunale in quanto ritenuta una violazione del Codice Penale. I controlli a campione sui conducenti vengono effettuati da unità mobili dei “Carabineros de Chile” assieme ad ambulanze per effettuare eventuali test del sangue.
Non è consentito il consumo di alcol a bordo dei veicoli (divieto che si applica al conducente e ai passeggeri) né per strada.
Lo stato di manutenzione del manto stradale è precario ed insufficiente rispetto al crescente volume del traffico. Mancano per lo più le spallette protettive ed il traffico di mezzi pesanti in città può creare ingorghi e rischi. Il Cile registra uno dei più alti indici mondiali di incidenti automobilistici. La percorribilità della dorsale “panamericana” e delle nuove autostrade urbane della capitale è buona.

Per informazioni di carattere generale sulla sicurezza dei voli e sulle compagnie aeree dei Paesi cui è vietato operare nello spazio aereo UE in quanto non in regola con gli standard di sicurezza dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea, si consiglia di consultare la sezione  “Sicurezza aerea” curata in collaborazione con l’Enac, sulla home page di questo sito e il della Commissione Europea.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Compila il modulo con i Tuoi dati e verrai contattato, senza impegno