- Soggiorno Mar Rosso 2019

Destinazione: Mar Rosso

/

Tipo Vacanza: Offerte

Soggiorno Mar Rosso 2019

Durata: 8 Giorni e 7 Notti

/

Periodo: Marzo 2019

Trattamento: All Inclusive

Sistemazione: Camera Doppia

Voli itc: Inclusi da/per Verona

Validità Programma: Dal 15/06/2018 al 10/03/2019

Cambio Applicato: 1 USD = € 0,8475

Valuta l'Offerta

voto 3/5 da 3 voti

La Nostra Proposta

Prezzo: €600

Quando vuoi partire?

Prossime Partenze

Aeroporto di partenza

Dettagli

Scheda Hotel

 











STRUTTURA
Situato a Nabq, di fronte allo stretto di Tiran, il resort dista circa 14km dall’aeroporto, 20km da Naama Bay e 34km da Sharm Vecchia. La struttura offre ai propri ospiti sistemazioni moderne e confortevoli per soddisfare ogni tipo di esigenza, dalle camere per famiglie alle sfiziose camere Swim up a un passo dalla piscina. Il resort sorge una bellissima spiaggia ampia di sabbia chiara che si affaccia su una baia con una suggestiva piscina naturale raggiungibile tramite apposito pontile, all’interno della barriera corallina. Inoltre a breve distanza dall’hotel non mancano le proposte per il divertimento come l’Hard Rock Cafè, il Pataya Beach Club e il centro commerciale La Strada. Ad arricchire un piacevole soggiorno saranno l’ampia ed accurata proposta gastronomica con ristoranti tematici e numerosi bar, le attività dinamiche e sportive quali beach volley, tennis e sport acquatici, senza dimenticare la possibilità di coccolarsi con lo shopping o i trattamenti benessere.

SPIAGGIA
con accesso diretto dall’hotel, di sabbia dorata, attrezzata con pontile, ombrelloni, lettini e teli mare a disposizione.

CAMERE
484 unità, tutte dotate di aria condizionata, TV LCD, minibar (consumazioni a pagamento), bollitore per tè e caffè, asciugacapelli, cassetta di sicurezza, wi-fi (utilizzo gratuito per un massimo di 1 GB su due dispositivi per soggiorno), ferro e asse da stiro (su richiesta). Si suddividono in camere standard e vista mare, family con camere separate, deluxe con idromassaggio (dotate in più di accappatoio e ciabattine, situate al piano terra con idromassaggio nel patio esterno) e sfiziose camere Swim Up a un passo dalla piscina, con lettini in terrazza. Disponibili, su richiesta, camere comunicanti.

SERVIZI
Wi-fi gratuito a velocità limitata, parcheggio, anfiteatro, servizio bancomat con ATM; a pagamento, cambio valuta, sala conferenze (con capacità massima 450 persone), parrucchiere, negozi, lavanderia, farmacia; su richiesta: servizio medico esterno.

ANIMAZIONE E MINICLUB
Programma di animazione internazionale coadiuvato da staff Eden Viaggi con attività diurne e serali; miniclub ad orari prestabiliti.

RELAX E DIVERTIMENTI
11 piscine tra cui piscina per bambini, piscina interna e 6 piscine ad uso esclusivo degli ospiti delle camere Swim Up, tutte attrezzate con ombrelloni e lettini a disposizione, nuovissimo Aqua Park (in apertura a fine marzo 2018), area giochi per bambini, palestra, campo da tennis, campo polivalente, beach volley, ping pong; a pagamento, centro benessere con sauna, bagno turco e massaggi, biliardo, sport acquatici e centro diving.

RISTORANTI E BAR
Ristorante principale con servizio a buffet e angolo show cooking, ristorante Mediterraneo con cucina italiana, ristorante sulla spiaggia Village Diner specializzato in cucina tex-mex, ristorante indiano Sari, ristorante Stonegrill con specialità di carne cotta su pietra lavica, ristorante asiatico Bamboo (ristoranti à la carte a pagamento). Un lobby bar, uno Sport Bar, un pool bar, bar sulla spiaggia, un bar panoramico. Per la cena è richiesto un abbigliamento formale con pantaloni lunghi per i signori ospiti.

HARD ALL INCLUSIVE
colazione, pranzo e cena presso il ristorante principale, colazione prolungata dalle 11.00 alle 12.00, snack dalle 13.00 alle 16.00, tea time dalle 16.00 alle 18.00 con tè, caffè e dolci, gelato dalle 11.00 alle 13.00. Acqua, soft drink, tè, caffè americano, vino e birra locali, alcolici locali serviti in bicchiere ai pasti e nei vari punti bar. Inizio e fine servizio: 24 h (bevande alcoliche incluse dalle 10.00 alle 24.00).

Le foto sono della struttura pubblicata ma non contemplano eventuali modifiche apportate.
Le foto delle camere possono non corrispondere alla categoria pubblicata.

Quote individuali di partecipazione

 

 Standard Room
Hard All Inclusive
7 Notti inclusi voli e trasferimenti
Partenza del 03/03/2019
Sistemazione in camera doppia € 600
Bambini dai 2 ai 12 anni non compiuti in camera con 2 adulti € 370
Supplementi Facoltativi
Sistemazione in camera singola € 130
Visto per eventuali escursioni zona Sinai € 34
Assicurazione annullamento integrativa € 40
ULTERIORI TIPOLOGIE DI SISTEMAZIONE E QUOTAZIONI BAMBINI SU RICHIESTA

 

La Quota Comprende La Quota non Comprende
  • Voli itc in classe economica da/per Verona
  • Sistemazione in camera doppia
  • Trattamento di Hard All Inclusive
  • Animazione Internazionale coadiuvata da animatori Italiani
  • Cuoco Italiano
  • Trasferimenti da/per l'aeroporto di Sharm el Sheik
  • Assistenza in aeroporto
  • Assicurazione medico bagaglio e annullamento base (Copertura annullamento per motivi medici)
  • Visto per escursioni zona Sinai (da richiedere prima della partenza)
  • Eventuale adeguamento valutario  e carburante
  • Escursioni
  • Mance ed extra di carattere personale
  • Assicurazione integrativa contro le spese di annullamento (Copre per qualsiasi imprevisto documentabile)
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella "La Quota Comprende"
Penalità di cancellazione
Dal giorno della conferma fino al giorno di partenza 100%

Info Utili

Valido al 12.11.2018, pubblicato il 07.11.2018

Informazioni Generali

•    Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto:
necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: necessario. Il visto turistico si può ottenere via internet ed è denominato “e-visitor visa” (vedi sito http://www.immi.gov.au/visitors/tourist/evisitor/). Ha validità di 90 giorni. I cittadini italiani, di età inferiore ai 31 anni, hanno inoltre la possibilità di ottenere un visto per vacanze-lavoro della durata di dodici mesi (per informazioni relative al visto “vacanza-lavoro” rivolgersi direttamente all’Ambasciata d’Australia a Roma o al Consolato Generale d’Australia a Milano), rinnovabili per ulteriori 12 mesi previa una prestazione lavorativa effettuata per almeno 90 giorni in località regionali e remote dell’Australia (ATTENZIONE: per la relativa copertura sanitaria si rimanda alle Avvertenze contenute nel paragrafo SANITA’ della presente scheda). Qualora dovessero verificarsi, nel corso del periodo di attività lavorativa nelle località regionali, casi di abusi o di trattamenti non adeguati secondo la normativa locale sul lavoro (di recente sono stati segnalati taluni episodi in merito), si invitano i giovani connazionali a rappresentare le criticità subite al locale Department of Immigration (tel. 131 881) o al Fair Work Ombudsman (13 13 94).

Formalità valutarie e doganali:
le norme sanitarie per l’ingresso di prodotti alimentari, piante, animali e loro derivati sono molto rigide. Per un’informazione preliminare dettagliata sull’arrivo in Australia si suggerisce di consultare la guida fornita dalla locale Dogana al seguente link: http://www.customs.gov.au/webdata/resources/files/ITA_GuideforTravellers-KBYG_WEB.pdf.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 12.11.2018, pubblicato il 07.11.2018

Sicurezza

•    Indicazioni generali, ordine pubblico, criminalità
L'Australia è in linea generale un Paese sicuro. La criminalità non desta particolari preoccupazioni, anche se nelle grandi città è consigliabile adottare le comuni misure di prudenza.

•    Rischio terrorismo
La minaccia terroristica è in crescita, anche in ragione della partecipazione australiana alle missioni internazionali in Afghanistan e Iraq. Si raccomanda quindi di mantenere un’elevata soglia di attenzione in considerazione del fatto che atti terroristici sono possibili ovunque.
La scoperta di cellule terroristiche a Brisbane e a Sydney nel settembre 2014 ha condotto il Governo australiano ad innalzare la soglia di rischio terrorismo al livello massimo. Nel dicembre dello stesso anno, si è verificata a Sydney una presa di ostaggi con vittime.
A fine luglio 2017, a seguito dell'arresto di una cellula che stava preparando un attentato contro un volo civile, le Autorità australiane hanno ulteriormente rafforzato il livello dei controlli sui viaggiatori e sui bagagli in tutti gli aeroporti del Paese.

•    Rischi ambientali e calamità naturali
Si riscontrano pericoli connessi alla natura, alla fauna e al clima, anche a causa dell’estensione del Paese in gran parte desertico e alla presenza di numerosi animali ed insetti pericolosi. L’osservanza degli avvertimenti delle autorità locali è sufficiente ad evitare tali rischi.
In tutto il Paese, durante la stagione calda (novembre-febbraio), in condizioni di siccità e calore elevati, esiste il rischio di incendi, pericolosi per la vastità e rapidità di propagazione, non solamente nelle zone boschive o del c.d. “bush”, ma anche in prossimità di centri abitati. Il Bureau of Meteorology (www.bom.gov.au) fornisce informazioni aggiornate su tutto il Paese, mentre il sito http://www.emergencyalert.gov.au/  fornisce informazioni generali sulla Protezione civile in Australia ed i link alle Agenzie statali che coordinano gli interventi di risposta alle emergenze.
In caso di rischi connessi ad eventi climatici, si consiglia ai connazionali di evitare le zone interessate, tenendosi informati sulla situazione anche attraverso i mass media locali ed internazionali o il proprio albergatore e attenendosi scrupolosamente alle misure impartite dalle Autorità locali. In particolare vanno tenuti in conto i possibili disagi nelle comunicazioni (telefoniche, elettriche etc.) e nei trasporti.
Si rammenta che la regione nordorientale dell’Australia è soggetta di norma, al pari delle Isole del Pacifico, tra novembre ed aprile a forti piogge e ad episodi ciclonici.
Esistono inoltre rischi di periodiche inondazioni nelle regioni rurali degli Stati del Victoria (capitale Melbourne), del New South Wales (capitale Sydney) e del Queensland (capitale Brisbane). Si invitano pertanto tutti coloro che dovessero recarsi nelle regioni rurali di tali Stati di tenersi costantemente informati sulle condizioni meteorologiche all’indirizzo internet www.bom.gov.au. Suggerimenti ed aggiornamenti sugli uragani si possono ottenere anche consultando l’Approfondimento “Allarmi Meteo” sulla homepage di questo sito.
Sussistono seri rischi per i turisti che intendano recarsi, per conto proprio, fuori dalle aree urbane del Queensland e del Northern Territory. Escursioni non guidate all’interno di questi territori sono assolutamente da sconsigliare per i pericoli rappresentati dagli immensi spazi e dall’imprevedibilità delle condizioni ambientali, soprattutto nel periodo tra ottobre e maggio, a meno di non muoversi in gruppo o con l’ausilio di guide locali autorizzate.

•    Avvertenze
Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio sul portale DOVESIAMONELMONDO
- fare uso di fuoristrada nelle strade non asfaltate e ove le condizioni ambientali sono avverse;
- preparare con grande cura le escursioni, contando su ampie provviste di cibo, acqua, benzina e pezzi di ricambio;
- comunicare alla stazione di polizia, prima di partire, il tragitto che s’intende percorrere;
- prendere visione attentamente delle indicazioni di dettaglio relative alla “sicurezza stradale” nella sezione “mobilità” della scheda;
- evitare di attraversare ponti inondati se non si è sicuri della profondità dell’acqua;
- prestare attenzione agli animali selvatici lungo la strada e, in caso d’incidente, non abbandonare per nessun motivo il veicolo;
- evitare di recarsi in spiagge isolate o non controllate dalle squadre di salvataggio e di attenersi sempre, alle indicazioni fornite dalle autorità presenti sulle spiagge, soprattutto:
•    per la possibile presenza in acqua di meduse, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, dicembre-marzo,  (il cui contatto può talvolta avere anche effetti letali) soprattutto nelle zone tropicali del Territorio del Nord, Western Australia ma anche nelle zone centrali e meridionali;
•    per la presenza di squali su tutta la costa, soprattutto nel Queensland e dei coccodrilli sulle spiagge del Nord Queensland e del Territorio del Nord (vedi “Zone di cautela”);
•    si suggerisce inoltre di non campeggiare durante la notte per ragioni di sicurezza;
- per le gite nel deserto si consiglia vivamente di affidarsi ad agenzie specializzate, al fine di procedere in carovana con adeguate scorte d’acqua, di carburante e di cibo e con un telefono satellitare;
- controllare preventivamente la copertura della rete telefonica mobile, in particolare se si programmano spostamenti nel Territorio del Nord o nella zona di Ayers Rock.
- prestare attenzione alle forti correnti oceaniche che interessano l’intera costa australiana, per il rischio di annegamento.

Si segnala che nell’ampia area di oltre 100.000 kmq nel South Australia, sede di esperimenti nucleari negli anni cinquanta, occorre rimanere unicamente sulla strada “Adelaide-Alice Springs” e che alcune riserve aborigene sono accessibili solo con un permesso speciale delle Autorità locali.

Parchi Nazionali
E' elevato il numero di turisti dispersi nei parchi nazionali del Queensland e del Northern Territory. E’ indispensabile che il turista informi sempre le autorità del Parco circa l’orario di partenza e quello del previsto rientro; è inoltre indispensabile che i turisti visitino i parchi nazionali con l’ausilio di una guida autorizzata o comunque, non si avventurino in luoghi isolati (sentieri, fiumi ecc.).

•    Normative locali rilevanti
Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe: la normativa federale australiana punisce severamente la detenzione, l'uso e lo spaccio di droghe di qualsiasi tipo.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: sono previste severe pene detentive.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), secondo la legge italiana, vengono perseguiti al rientro in Italia.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

•    Informazioni per le aziende
Si consiglia alle aziende italiane che inviano tecnici o maestranze anche solo per brevi missioni nel Paese, di adottare specifiche misure di sicurezza e di attenersi alle disposizioni impartite dalle autorità locali in materia di trasferimenti di personale straniero. Le aziende italiane sono invitate a registrare la presenza di proprie maestranze sul portale DOVESIAMONELMONDO e a segnalarle all’Ambasciata.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 12.11.2018, pubblicato il 07.11.2018

Situazione sanitaria

•    Strutture Sanitarie
L’assistenza sanitaria è di ottimo livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote, invece, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco affidabili. Si ricorda inoltre che tra l’Italia e l’Australia esiste un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare della assistenza sanitaria di base garantita ai cittadini australiani dal sistema pubblico del “Medicare”, per un periodo non superiore ai 180 giorni dall’ingresso nel Paese.

•    Malattie presenti
Non sono al momento segnalati fenomeni sanitari o epidemie di particolare rilievo.

•    Avvertenze
Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria.
Si fa notare che il limite dei 180 giorni di copertura sanitaria pubblica vale anche per chi si reca in Australia con il “Working Holiday Visa”: ogni ricorso a strutture ospedaliere o assistenza medica dopo i 180 giorni dall’arrivo in Australia deve essere pagato direttamente dall’interessato, ed i costi sono molto elevati. A causa dei  numerosi casi di incidenti avvenuti dopo la scadenza del periodo di 180 giorni, si rende quindi assolutamente necessario stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre la copertura delle spese mediche, anche quelle specialistiche per tutta la durata della permanenza, ed anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese.
Si rimanda al seguente link per la consultazione della lista delle società che forniscono pacchetti assicurativi: http://www.privatehealth.gov.au/dynamic/healthfundlist.aspx

•    Vaccinazioni obbligatorie
Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto per tutti i viaggiatori di età superiore ad un anno che entrino in Australia entro 6 giorni dall’aver soggiornato per una notte o più a lungo in un Paese a rischio di trasmissione della malattia, con esclusione delle isole Galapagos e limitatamente alla Provincia di Misiones in Argentina.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 12.11.2018, pubblicato il 07.11.2018

Viabilita

Patente: internazionale (modello Convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968) . Per noleggiare un'autovettura occorre avere almeno 21 anni ed essere in possesso della patente di guida da almeno 12 mesi.  Può essere richiesto un supplemento ai guidatori aventi meno di 25 anni.

Assicurazione auto: un visitatore deve stipulare un'assicurazione per RC verso terzi nello stato o nel territorio dove è sbarcato. Nessuna assicurazione estera è accettata. Chi importa un veicolo dovrebbe chiedere alla sua compagnia di contrattare una polizza con una compagnia corrispondente in Australia. Se ciò non può essere fatto, viene raccomandato di farsi dare dalla propria assicurazione un certificato con i dettagli della propria polizza, cosa che faciliterà l'ottenimento di una copertura assicurativa nel paese. Possono esserci difficoltà se il veicolo è di una marca sconosciuta in Australia.
Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata.

Documenti doganali
È obbligatorio il "carnet di passaggio in dogana" per veicoli importati temporaneamente. Ulteriori informazioni al link dell'ACI.

Norme di guida
Circolazione a sinistra, sorpasso a destra.

Equipaggiamento obbligatorio

Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio.

Cinture di sicurezza: obbligatorie per tutti i passeggeri. I bambini devono essere seduti su un seggiolino omologato ed adatto alla loro taglia secondo le seguenti modalità:
- fino ai 6 mesi in senso contrario alla marcia;
- dai 6 mesi fino a 4 anni sia nel senso di marcia che in quello contrario;
- dai 4 ai 7 anni solo nel senso di marcia o indossando cinture di sicurezza adatte alla loro taglia con un riduttore omologato.

Luci: accese dal tramonto all'alba.

Tasso alcolemico: varia a seconda dello stato nel quale si sta guidando. Nella maggior parte degli stati comunque è dello 0% per i neopatentati ed i conduttori professionisti e dello 0,05% per gli altri.

Test di rilevamento:
un conducente può essere fermato senza particolari ragioni per essere sottoposto ad un test dell'alito. In caso d'incidente, un test viene quasi sempre effettuato. Qualora il limite di 0,05% venga superato, il conducente viene accompagnato al più vicino posto di polizia ed il veicolo lasciato parcheggiato.

Equipaggiamento invernale:
obbligo di catene su strade di montagna in caso di neve. Sono vietati gli pneumatici chiodati.

Trasporti:
molto sviluppati i collegamenti aerei sia nazionali che internazionali da tutti i principali aeroporti del Paese. Dal settembre 2003 sono stati soppressi i voli diretti della compagnia di bandiera australiana (Qantas) per l’Italia. I collegamenti con l’Europa sono garantiti da diverse compagnie sia europee che asiatiche tra cui British Airways, Cathay Pacific, Singapore Airlines, Thai e Japan Airlines. Limitati i collegamenti stradali e ferroviari, soprattutto nell’entroterra. L’aereo è il mezzo di trasporto più usato per spostarsi da un lato all’altro del paese ma i prezzi sono relativamente alti.

Per informazioni di carattere generale sulla sicurezza dei voli e sulle compagnie aeree dei Paesi cui è vietato operare nello spazio aereo UE in quanto non in regola con gli standard di sicurezza dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea, si consiglia di consultare la sezione  “Sicurezza aerea” curata in collaborazione con l’Enac, sulla home page di questo sito e quello della Commissione Europea.

Sicurezza stradale:
occorre prestare la massima prudenza sulle strade del Territorio del Nord, percorse dai “road trains” (autosnodati lunghi 50 metri).
Le autorità locali consigliano di controllare lo stato delle strade al numero verde 1800 246 199 (valido solo in Australia) o sul sito internet www.roadreport.nt.gov.au .
La rete stradale è in buone condizioni ma nelle zone interne sono frequenti strade non asfaltate. Anche nella parte più densamente popolata dell’Australia le distanze tra le città sono elevate e sono rari i distributori e i centri di servizio. Se si viaggia in auto, occorre viaggiare sempre con il serbatoio pieno e con una scorta di acqua. Grandissima attenzione va adottata se si ha intenzione di muoversi nelle zone più remote e desertiche.
Si raccomanda di non guidare in una nuvola di polvere e di attendere che si posi.
Si sconsiglia di noleggiare autovetture per visitare le aree di particolare interesse turistico del Northern Territory (Ayers Rock ed Alice Springs) o le zone lontane da centri abitati, in quanto le strade sono particolarmente pericolose ed è elevato il numero di turisti deceduti a seguito di incidenti automobilistici. E’ preferibile affidarsi ad uno dei numerosi viaggi organizzati oppure muoversi in gruppo con un’adeguata e meticolosa preparazione.
Si fa presente che le assicurazioni automobilistiche australiane non prevedono il risarcimento danni a familiari di vittime di incidenti stradali. Gli incidenti più frequenti per i turisti avvengono nel corso delle escursioni fuori strada. Si raccomanda la massima prudenza a chi dovesse recarsi con l’automobile su spiagge o foreste.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Compila il modulo con i Tuoi dati e verrai contattato, senza impegno