Il Meglio dell'Oman ( Rif. AOT1001 )

Il Meglio dell'Oman ( Rif. AOT1001 )

01° Giorno – Muscat
Arrivo all’aeroporto Internazionale di Muscat.  Disbrigo delle formalità doganali e ritiro del vostro bagaglio prima dell’incontro con la vostra guida/rappresentante nell’area arrivi per il trasferimento in hotel (check in dalle ore 14.00). Pernottamento in hotel.

02° Giorno – Muscat (5 ore circa / 100 km)
Dopo la prima colazione, partenza dasll'Hotel per la visita della città. Prima tappa alla Grand Mosque. Si ha l’opportunità di visitare all’interno la più grande moschea del Sultanato. Questo luogo di culto presenta il secondo tappeto realizzato a mano più grande del mondo, come il secondo lampadario più grande.

(Aperta tutti i giorni dalle 08.00 alle 11.00, eccetto il venerdì e durante le feste pubbliche. Abbigliamento: sia gli uomini che le donne devono coprirsi braccia e gambe. Le donne devono coprirsi con un foulard anche la testa. I bambini di età inferiore ai 10 anni non sono ammessi nella moschea).

Si prosegue per il Mercato del Pesce di Muttrah per vedere la gente locale nell’attività della compravendita del pescato del giorno. In seguito si giunge alla Corniche, con il porto da un lato e il Souq di Muttrah dall’altro. Tempo a disposizione per aggirarsi tra i negozi del souq e per rinfrescarvi con una bibita fresca in un piccolo caffè all’ingresso del mercato. L’ultima visita della giornata è dedicata al Museo di Bait al Zubair, nella parte vecchia della città. Sosta fotografica al Palazzo Governativo di Al Alam, con  i forti di Mirani e Jalali sullo sfondo. Il pranzo (non incluso), può essere previsto dopo la visita del souq o alla fine di tutte le visite della giornata. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in hotel.

03° Giorno – Muscat / Bimah Sinkhole / Wadi Tiwi / Sur / Sharqiya Sands (8 ore circa / 350 km)
Dopo la prima colazione ed il check out partenza dall’hotel in direzione di Bimah Sinkhole. I geologi dicono che questo pozzo naturale, ampio 40 metri e profondo 20, si formò quando una caverna calcarea crollò. I locali pensano invece che un pezzo di luna cadde dal cielo e formò la cavità chiamata "Bait al Afreet" - "Casa del Demone". Da qui il viaggio prosegue verso Sur, con bellissimi panorami sul Golfo dell’Oman. Sulla strada si ammira il paesaggio creato dalle montagne circostanti. Più tardi sosta a Wadi Tiwi con i sui antichi villaggi tradizionali, circondati da lussureggianti piantagioni di datteri e banane e attraversati dal sistema di irrigazione tradizionale “aflaj”. Una volta giunti a Sur, visita della Fabbrica di Dhow per vedere come le imbarcazioni tradizionali prendono vita. Più tardi ci si addentra nel deserto. Dopo aver raggiunto il Campo con veicoli 4x4, tempo a disposizione per sistemare i bagagli nella vostra tenda. Per chi lo desidera, dopo cena, è possibile fare per proprio conto una passeggiata nel deserto per ammirare le stelle. Cena e pernottamento all'Arabian Oryx Camp (o similare).

04° Giorno – Sharqiya Sands/Wadi Bani Khalid/Sharqiya Sands
Partenza intorno alle ore 10.00 dal campo. Tempo a disposizione per ammirare l'alba e la bellezza del deserto prima del ritrovo per procedere per Wadi Bani Khalid. Una volta giunti a Wadi Bani Khalid potrete fare un piacevole picnic (non incluso) e, per chi lo desidera, è possibile anche nuotare tra le acque del wadi (nel rispetto della popolazione locale, consigliamo alle donne di indossare una maglietta mentre fanno il bagno). Sosta per la visita di una casa di Beduini, per avere un’idea di come vivono e come sono le loro tende all’interno. Si rientra al campo, prima di riprendere le auto ed andare ad ammirare il tramonto dall’alto di una duna. Provate a scoprire le tracce di piccoli uccelli e di altre creature che popolano il deserto. Dopo il tramonto si rientra al Campo. Cena e pernottamento all'Arabian Oryx Camp (o similare).

05° Giorno  – Sharqiya Sands / Ibra/Jabrin-Bahla / Nizwa (8 ore circa / 300 km)
Dopo la prima colazione ed il check out, si parte per il Mercato delle Donne di Ibra. In precedenza le donne venivano in questa città per la presenza di un ospedale e per gli alti costi degli spostamenti iniziarono a scambiare le merci che realizzavano a casa. Col tempo prese forma il mercato delle donne di oggi. Si continua per la visita di Jabrin Castle, famoso per l’architettura omanita e i soffitti dipinti. Sosta al Forte di Bahla (visibile solo dall’esterno). Cena in un ristorante locale a Nizwa e pernottamento in hotel.

06° Giorno - Nizwa / Al Hamra / Misfah / Jabal Shams / Nizwa (8 ore circa / 200 km)
Dopo la prima colazione, si prosegue per il villaggio di Al Hamra, con le sue antiche case di fango (se c’è il tempo è possibile vedere il museo di Bait al Safah, biglietto di ingresso escluso). Più tardi si giunge al villaggio di Misfah. Passeggiata tra le vecchie case di pietra e i giardini terrazzati, orlati dai canali di irrigazione. Si parte in direzione di Jabal Shams; sosta fotografica lungo la strada a Wadi Ghul. Dopo aver raggiunto la cima ci si ferma ad ammirare il Grand Canyon (2000 m, da qui è possibile vedere la cima più alta del Paese). Rientro a Nizwa, cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.

07° Giorno - Nizwa Souq & Forte / Birkat Al Mauz / Muscat / Italia (8 ore circa / 200 km)
Partenza intorno alle 07.30/08.00 circa dall'hotel. Dopo la prima colazione ed il check out, la prima visita è prevista al Mercato del bestiame di Nizwa, uno dei luoghi più interessanti da vedere. Ci si catapulta in un un’epoca passata, fotografando senza problemi la gente locale impegnata nella compravendita di capre, mucche e pecore. Più tardi visita al Souq di Nizwa. Qui i commercianti non sono aggressivi e oltre ai negozi di souvenir si trovano banconi che vendono spezie, pesce, carne ecc. Dal souq si giunge a piedi al Forte della Torre Circolare, costruito nel XVII secolo da Imam Sultan bin Saif. Si riparte per Muscat e lungo la strada sosta al villaggio di Birkat al Mauz.  Qui si vede uno dei 5 afalaj patrimonio UNESCO (Falaj al Khatmeen) e si passeggia tra le piantagioni di datteri. Arrivo a Muscat intorno alle 15:00 circa, trasferimento in aeroporto per il vostro volo di rientro.  FINE DEL VIAGGIO

Note importanti

  • Al di fuori di Muscat non ci sono ristoranti con standard internazionali. A Nizwa le cene sono previste in ristoranti locali molto semplici, con tovaglie e sedie di plastica, posizionati sul ciglio della strada. Viaggiatori locali e camionisti frequentano questi ristoranti. Cerchiamo sempre di dare la soluzioni che si avvicini al gusto e alle esigenze degli occidentali, ma all'interno dell'Oman non esistono alternative.
  • Le guide NON POSSONO entrare in aeroporto a Muscat. I clienti dovranno sbrigare da soli le formalità del check in. In ogni caso la guida rimane reperibile telefonicamente dovessero esserci dei problemi all'imbarco. 
  • Il trasferimento è incluso per gli arrivi del Sabato dalle ore 22.30 alle ore 23.30. Il trasferimento sarà collettivo e pertanto si dovrà attendere l’arrivo dei voli in quel orario. In orario diverso si potrà prenotare un transfer privato.
  • Alla fine del tour, i clienti verranno trasferiti direttamente in aeroporto. Transfer diversi il giorno della partenza dovranno essere quotati separatamente.
  • I bambini di età inferiore ai 10 anni non possono accedere alla Grande Moschea di Muscat.
  • Il rientro a Muscat alla fine del tour è previsto attorno alle 15.00  Trasferimento diretto in aeroporto. I clienti con i voli serali possono scegliere alcune attività proposte a costi extra nel pomeriggio del 7° Giorno o essere lasciati in città e andare più tardi in aeroporto per conto proprio.

Sistemazione alberghiera

  • Muscat: Intercity Hotel o similare
  • Deserto: Arabian Oryx Camp o similare
  • Nizwa: Al Diyar Nizwa o similare

Prenotazione volo:
I voli dall’Italia non sono inclusi nella quota di partecipazione. Se desideri acquistare da noi il tuo biglietto aereo inserisce la richiesta nell’area “RICHIESTE ADDIZIONALI” del modulo di prenotazione viaggio. Inserire l’aeroporto di partenza e un’eventuale alternativa. Il prezzo dipenderà dai vettori che operano sulla tratta. Sarà nostra cura darvi tutte le relative informazioni prima di confermare il volo. In alternativa puoi prenotare il tuo volo da solo cliccando sul link sotto

Prenota il tuo volo sul nostro sito

https://www.viaggipiu.eu/it/servizi/prenotazione-voli-e-hotel

 

La Quota Comprende La Quota Non Comprende
  • Trasferimento dall’aeroporto di Muscat all’Hotel e viceversa
  • Sistemazione negli Alberghi / Campo tendato indicati in programma o similari in camera doppia con servizi privati e trattamento di pernottamento e prima colazione
  • 5 cene come da programma
  • Gli ingressi ove previsti
  • Acqua durante i lunghi tragitti
  • Tasse e percentuali di servizio
  • Trasporto in Minivan o pullmini in base al numero dei partecipanti
  • Utilizzo di 4x4 il 4° e 5° giorno per andare da Al Mintrib al Desert Camp e ritorno, e il 6° giorno da Misfah a Jebal Shams e ritorno
  • Guida locale parlante italiano durante il tour
  • Assistenza della nostra agenzia locale
  • Volo Italia/Muscat/Italia
  • Tasse aeroportuali
  • Il visto d'ingresso da richiedere in Italia prima della partenza 
  • I pasti non inclusi nel programma
  • Le bevande
  • Eventuale tasse di soggiorno se richiesta da pagarsi direttamente in Hotel
  • Le mance e gli extra di carattere personale
  • Facchinaggio negli hotel
  • Assicurazione annullamento facoltativa
  • Assicurazione integrazione polizza sanitaria
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella quota comprende

 

Dati Paese

CAPITALE: MASCATE
POPOLAZIONE: 4.177.125
SUPERFICIE: 309.500 km²
FUSO ORARIO: +3h rispetto all'Italia; +2h quando in Italia è in vigore l'ora legale.
LINGUE: la lingua ufficiale è l'arabo, ma l'inglese è ampiamente diffuso nei maggiori centri urbani.
RELIGIONI: Islam ibadita; seguono sunniti ed una minoranza di sciiti. Sono presenti anche minoranze induiste e cattoliche.
MONETA: Rial omanita (OMR)
Prefisso per l´Italia: prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall´Italia: prefisso dall'Italia: 00968

CLIMA: estremamente caldo ed umido da metà aprile a fine settembre; caldo da ottobre a marzo; temperato a dicembre, gennaio e febbraio. Le piogge sono rare.

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel Paese; si consiglia di verificare eventuali modifiche dei requisiti di validità residua informandosi preventivamente presso l’Ambasciata omanita a Roma o presso la rete consolare del Sultanato in Italia.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l'approfondimento Documenti di viaggio - documenti per viaggi all’estero di minori di questo sito.

Visto d’ingresso: dall'8 aprile 2021 e fino a tempo indeterminato l'ingresso nel Paese e' consentito solo ai cittadini omaniti e ai titolari di un visto gia' rilasciato e in corso di validita'. E' pertanto attualmente sospeso il regime di esenzione di visto prima vigente per i cittadini italiani. Si rimanda ai contenuti dell'Avviso in evidenza su questo sito relativamente ai requisiti di negativita' al COVID per l'ingresso nel Paese e le misure di quarantena previste.

Visti di lavoro: La normativa omanita in tema di immigrazione è estremamente stringente, soprattutto relativamente alla concessione di visti di lavoro. Si attira pertanto l'attenzione sulle qualifiche professionali per le quali le autorità omanite hanno disposto un divieto di conessione di visto (elenco qualifiche professionali)

Formalità valutarie e doganali: di norma non vengono effettuati controlli, sia in entrata che in uscita dal Paese. Il visitatore temporaneo può importare temporaneamente, esentasse, i suoi effetti personali oltre ad articoli quali la radio, la videocamera, l'apparecchio fotografico, etc. Si fa presente che i libri, le cassette audio o video ed i DVD possono essere trattenuti alla dogana al fine di verificarne il contenuto, e che la loro importazione può essere proibita.

Limitazione alle importazioni
È richiesto un permesso di importazione per tutte le carni ed i prodotti derivati. Tale importazione deve essere accompagnata da un certificato attestante che la carne è “Halal”.

Divieto all’importazione
È vietata l'importazione di: alcolici (sono consentite solo due bottiglie ai passeggeri non musulmani), di armi, inclusi fucili da pesca subacquea, munizioni (salvo permesso speciale del Ministero della Sicurezza); riproduzioni di armi da fuoco, comprese le armi giocattolo (salvo ipermesso speciale del Ministero della Sicurezza); aeromobili a pilotaggio remoto (droni), articoli infiammabili; materiale illustrativo offensivo della morale e della religione locale; coltelli  (compresi i coltelli tradizionali khanjar prodotti all’estero) e spade; droghe e narcotici; prodotti alimentari inclusi legumi, la frutta e le bevande analcoliche (ad eccezione di quelli conservati in scatola) provenienti da un Paese dove è presente il colera; datteri di tutti i tipi comprese le radici di palma da datteri; palme ornamentali; noci di cocco.

Divieto di esportazione
È vietata l'esportazione di gioielli, mobili, prodotti artigianali antichi di particolare valore storico. È consigliabile che il visitatore si informi presso i negozianti prima di effettuare tali acquisti. Si ricorda che in Oman è vietato raccogliere coralli e uova di tartarughe sulle spiagge; pertanto non si possono esportare.

Viaggiatori con animali (cani e gatti)
Il viaggiatore che voglia importare un cane o un gatto deve ottenere un permesso di importazione preliminare presso il Ministero dell'Agricoltura e della Pesca.
All'arrivo in Oman è richiesta la seguente documentazione:
•    certificato di sanità redatto entro le 48 ore dalla partenza dal paese di origine;
•    un certificato di vaccinazione contro la rabbia redatto almeno un mese e non più di 6 prima della partenza dal paese di provenienza. Le vaccinazioni sono comunque richieste anche se si tratta di cani o gatti che abbiano meno di 30 giorni.
Un cane o un gatto proveniente da un paese ove sia presente la rabbia, è sottoposto ad un periodo di quarantena di 6 mesi.

Ambasciata e Consolati

Ambasciata d'Italia a Mascate:
Indirizzo sede: Way 3034 - House n. 2697 - Shatti Al Qurum
Telefoni Sede: 00968 2469 3727; 00968 2469 5131
Fax Sede: 00968 24 2469 5161
Cellulari reperibilità Sede: 00968 9933 2655  
E-mail:  ambasciata.mascate@esteri.it
Home Page: www.ambmascate.esteri.it 

Informazioni utili

Nel Paese
9999 (Numero unico di emergenza con operatori che collegano direttamente alle Autorità e Dipartimenti omaniti competenti per le differenti emergenze/fattispecie)

In Italia
Ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman

c/o AIGO – Milano
Tel. +39 02 89952633 da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00
info@oman-turismo.com
www.omantourism.gov.om

Per gli  indirizzi  e recapiti delle  Ambasciata e dei Consolati del Paese accreditati in l’Italia, consulta il sito: https://www.esteri.it/MAE/it/servizi/stranieri/rapprstraniere

Indicazioni per operatori economici

L'Ufficio Commerciale dell'Ambasciata a Mascate fornisce assistenza e indicazioni agli operatori economici.
L'Istituto per il Commercio Estero (ICE), la cui sede di Dubai (tel. 009714 3314951 - fax  3314279) e’ competente anche per l'Oman
 (e-mail: mascate@ice.it).

The Public Authority for Investment Promotion & Export Development (ITHRAA)  è l'ente governativo omanita che cura gli investimenti esteri.
Indirizzo P.O. Box 25 Wadi Kabir 117
Tel. 00968 24 7712344 - 24623300 - 24623336; Fax 00968 24  7710890.
Sul sito web è possibile ottenere informazioni aggiornate e approfondite sulla legislazione commerciale e su quella relativa agli investimenti:www.ithraa.om

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

A seguito della morte del Sultano Qaboos avvenuta il 10 gennaio 2020, secondo le procedure previste dalla Legge Fondamentale omanita, è stato investito il nuovo sovrano, Haitham bin Tariq Al Said. La situazione nel Paese rimane tranquilla. Il Paese ha un tasso di criminalità basso; pochi i furti e quasi inesistenti le rapine. Si consiglia comunque di esercitare le normali regole di prudenza e di indossare abbigliamento consono alle tradizioni di un Paese islamico.
Il permanere delle tensioni
nel Golfo, non consente al momento di escludere azioni ostili nell'area. La situazione nella regione rimane delicata e suscettibile di eventuali, rapidi cambiamenti. Si raccomanda in ogni caso di mantenersi informati e di seguire eventuali specifiche indicazioni delle Autorità locali.

 

Rischio terrorismo

I fattori di instabilità che minacciano l’intera regione, ivi comprese le tensioni scaturite dall’intervento in Yemen, impediscono di escludere un generale rischio di atti terroristici, anche contro cittadini stranieri.

Rischi ambientali e calamita' naturali

Aree di particolare cautela

Alla luce degli ultimi eventi nella Regione,  si raccomanda ai connazionali di non recarsi nella zona di confine con lo Yemen.
Tenuto conto
delle possibilità di attività di pirateria nel Golfo di Aden e nell’Oceano Indiano, è sconsigliata, soprattutto per le imbarcazioni da diporto, la navigazione oltre le 12 miglia dalle coste omanite. 

Avvertenze

Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;
- evitare manifestazioni, assembramenti e luoghi di culto, specialmente nei fine settimana e durante il venerdì di preghiera, tenendosi costantemente aggiornati sulla situazione di sicurezza nel Paese;
- non effettuare escursioni nel deserto senza guida ed attrezzature adeguate. E' necessario affidarsi ad agenzie di viaggio e ad autisti esperti per effettuare le escursioni più impegnative, utilizzando a tale scopo veicoli a quattro ruote motrici;
- studiare preventivamente gli itinerari al di fuori dei principali percorsi con un tour operator locale e consultando, se del caso, la Royal Oman Police in merito alle aree ad ingresso limitato. In ogni caso, l'attraversamento delle zone dell'interno dove sono presenti installazioni petrolifere non consente soste;
- non recarsi senza guida in aree isolate e non guidare di notte su strade non illuminate dato il rischio di investire animali.
-tenere presente che il clima e la natura del territorio possono determinare situazioni di difficoltà dovute al caldo eccessivo, al rischio di smarrimento, alle punture di insetti e di rettili terrestri ed acquatici;
- ricordare che non è consentito fotografare alcuna installazione petrolifera o militare in alcuna parte del Paese;
- non fotografare persone senza averne chiesto prima il consenso;
- mantenere un comportamento adeguato alle abitudini locali e rispettoso dei costumi islamici, soprattutto nei villaggi dell'interno e durante le festività religiose;
- indossare un abbigliamento adeguato alla moralità e alle usanze locali, in particolare per le donne;
- astenersi dal mangiare, bere e fumare in pubblico durante il giorno nel mese del Ramadan
;
-
non viaggiare in prossimità dei Wadi un caso di pioggia.

Di norma non è consentito l’ingresso nelle moschee omanite ai non-musulmani con l’eccezione della Grande Moschea Sultan Qaboos di Mascate, aperta per visite turistiche  in alcuni giorni della settimana (dal sabato al  giovedì dalle ore 9 alle 11 del mattino) e della Moschea Sultan Qaboos di Salalah. L’ingresso può essere impedito in caso di abbigliamento non consono agli usi locali.
Si evidenzia che le Autorità di Polizia trattengono i passaporti anche per minori violazioni del codice della strada e sanzionano espressioni e costumi non conformi alla moralità e al rispetto assoluto della figura del Sovrano e delle Autorità locali.

Normative locali rilevanti

Normativa prevista per l'uso e/o spaccio di droga: sono previste pene detentive severissime per uso e spaccio di droga.
Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro minori:
sono previste pene detentive severissime per gli abusi sessuali o violenze sui minori.
Va ricordato che coloro che commettono all'estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono comunque perseguiti al loro rientro in base alle leggi in vigore  in Italia. In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto), si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese perla necessaria assistenza.

Informazioni per le aziende

Si consiglia alle aziende italiane che inviano tecnici o maestranze anche solo per brevi missioni nel Paese, di adottare specifiche misure di sicurezza e di attenersi alle disposizioni impartite dalle autorità locali in materia di trasferimenti di personale straniero. Le aziende italiane sono invitate a registrare la presenza di proprie maestranze su DOVESIAMONELMONDO e a segnalarle all’Ambasciata.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Strutture sanitarie

Le strutture medico-ospedaliere sono concentrate nei maggiori centri urbani, nel resto del Paese esistono centri sanitari di modeste dimensioni dipendenti dagli ospedali attrezzati per interventi di prima necessità. In Oman esistono anche molte cliniche private con personale medico in gran parte straniero che non trattano pazienti affetti da COVID-19. Considerate le complessive dotazioni e capacita' del sistema sanitario locale, ove possibile e per interventi non di routine è consigliabile recarsi nelle strutture dei Paesi occidentali. Alla luce dell'aggravarsi della situazione sanitaria nel Paese e della forte pressione sul sistema ospedaliero e le terapie intensive, continuano a vigere misure precauzionali alle quali si raccomanda di attenersi seguendo le indicazioni delle autorita' locali. La disponibilità di medicinali è adeguata.

Ove necessario, anche ai fini dell'eventuale approvvigionamento in loco di medicinali salvavita, si riportano i contatti del medico di riferimento dell'Ambasciata, dott. Ammar Al Lawati dell'International Medical Specialty Centre (Tel. +968 9931 8709, email jamiammar@gmail.com). Il dott. Al Lawati parla italiano.

Malattie presenti

COVID-19. Si  suggerisce di tenersi aggiornati presso le fonti ufficiali del Ministero della Salute omanita (sito Web: www.moh.gov.om, pagine social e call center +968 2444.1999 o 1212) sui provvedimenti di prevenzione adottati dalle autorità locali. 

Dal 15 maggio 2021 non è più in vigore il coprifuoco notturno.

Dal 2 giugno 2021 sono nuovamente consentite le attivita' commerciali durante tutto l'arco della giornata e della note, seppur con una capienza del 50%.

Dal 2 giugno 2021 sono stati riaperti i parchi e le spiagge, sebbene le autorita' raccomandino di continuare ad osservare le misure precauzionali di distanziamento e di evitare gli assembramenti.

Sono aperte piscine e palestre presso club e hotel, nel rispetto delle misure precauzionali.

Le autorita' hanno disposto la riapertura di mostre, sale per matrimoni e delle attivita' commerciali che richiedano assembramenti a condizione che le presenze non superino il 30% della capacita' massima della struttura, che si aderisca a tutte le misure precauzionali e in nessun caso con piu' di 300 partecipanti.

L'insegnamento in presenza nelle universita' e' ancora sospeso ed e' confermata la modalita' ibrida dell'insegnamento scolastico.

E' ora consentito l'accesso dei bambini al di sotto dei 12 anni all'interno di negozi e centri commerciali.

Le moschee con una capienza minima superiore ai 100 fedeli sono state riaperte per le sole cinque funzioni quotidiane. Resta sospesa invece la funzione colletiva del venerdi'. Le moschee piu' piccole rimangono chiuse. Si rimanda alle indicazioni specifiche delle autorità religiose circa le misure precauzionali cui attenersi durante la preghiera. Continuano ad essere chiusi gli altri luoghi di culto.

L'entrata e l'uscita dai diversi Governatorati, inclusi Dhofar e Musandam, sono consentite senza restrizioni.

Si raccomanda in ogni caso di continuare a mantenere elevata l'attenzione rispetto ai possibili contagi adottando tutte le possibili misure precauzionali.

Per informazioni sul COVID-19,  si rimanda al Focus Coronavirus presente sulla home page di questo sito web.

Febbre Dengue: da dicembre 2018 sono stati segnalati alcuni casi di febbre dengue nella zona di Mascate, nonostante non si tratti di una febbre endemica nel Paese, trasmessa attraverso la puntura della zanzara "Aedes Aegypti".  Durante la permanenza nel Paese si consiglia di adottare adeguate misure preventive contro le punture di zanzara indicate nell'approfondimento Salute in viaggio- Precauzioni per un viaggio-Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara di questo sito.

La malaria, in passato molto diffusa, è stata quasi completamente debellata alla fine degli anni ’90.
Mers-Corona Virus :  4 febbraio 2019 il Ministero della Salute omanita ha riportato la notizia della presenza alla data del 28 gennaio 2019 di alcuni casi affetti dal "Mers-Corona Virus" con due casi di decesso nel Sultanato dell'Oman, invitando a seguite le norme precauzionali.  Si consiglia di adottare adeguate misure preventive contro le infezioni indicate nell' approfondimento
Salute in viaggio - Precauzioni per il viaggio -  Malattie infettive e vaccinazioni di questo sito.
 

Febbre emorragica Congo-Crimea (CCHF): nel 2017  sono stati riscontrati nel Paese casi di Crimean-Congo Haemorragic Fever, di cui alcuni culminati con il decesso dei contagiati. Tale malattia, endemica nel Sultanato, il cui primo caso noto risale al 1990, si trasmetterebbe attraverso la macellazione degli animali. Le Autorita' omanite, in particolare il Ministero della Salute ed il Ministero dell'Agricoltura e della Pesca,  monitorano attentamente la diffusione dei casi di CCHF.

Epatite 'A' : alcuni casi sono stati registrati sempre nel Governatorato di South Sharqiyah.

Brucellosi: la malattia è  endemica in Oman, soprattutto nel governatorato del Dhofar. Si invitano pertanto i connazionali  a non consumare latte e prodotti caseari non pastorizzati e ad evitare il contatto con animali infetti.

Morbillo: a seguito di alcuni focolai manifestati nel Paese nel 2016, sono state effettuate delle campagne di vaccinazione ad hoc.

Avvertenze

Alla luce della pandemia COVID-19 le autorità locali hanno disposto che ogni straniero che entri in Oman disponga di una polizza assicurativa per tutta la durata del soggiorno nel Sultanato. Si raccomanda pertanto di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche, incluso l`eventuale ricovero ospedaliero per COVID-19, e l`eventuale rimpatrio aereo sanitario ( o il trasferimento in altro Paese) del paziente o della salma. Si rimanda all'avviso in evidenza e alla sezione Focus Covid nella pagina iniziale del sito www.ambmascate.esteri.it per indicazioni specifiche sulle misure precauzionali in vigore.

Si consiglia di consumare cibi e verdure cotte e di bere acqua e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio.

Vaccinazioni

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai i viaggiatori con più di un anno di età provenienti da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione o che vi abbiano transitato per più di 12 ore.

Il piano vaccinale COVID-19 del Sultanato prevede la somministrazione gratuita a cittadini omaniti e agli stranieri residenti secondo le categorie di eta' e di rischio. Si rimanda ai sito del Minsitero della Salute omanita www.moh.gov.om e al call center +968 2444 1999 o al numero 1212 per le modalita' di accesso al piano.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Mobilita'

Patente:è sufficiente la patente italiana  per chi ha un visto turistico o d'affari per una permanenza fino a 3 mesi, oltre è necessaria la patente internazionale. Sono riconosciuti sia il modello conforme alla convenzione di Ginevra 1949 che di Vienna 1968.

Assicurazione: obbligatoria. Non sono accettate polizze assicurative straniere. Una polizza temporanea può essere richiesta all'arrivo presso una compagnia di assicurazione omanita.

Documenti per temporanea importazione: È possibile importare un veicolo per un periodo massimo di 6 mesi con obbligo di "carnet de passage en douane" (CPD). Tuttavia, per un periodo non superiore a 3 mesi l'importazione può essere fatta senza questo documento. Qualora si renda necessario, è possibile un prolungamento di 3 mesi con l'obbligo di depositare una cauzione che copra i diritti di dogana; Per ulteriori informazioni sul CPD si consiglia di consultare il seguente link: www.aci.it/index.php?id=2090 
Il veicolo deve comunque essere accompagnato dal certificato di immatricolazione in corso di validità (le targhe da esportazione non sono accettate). Il certificato di immatricolazione deve essere accompagnato da un permesso di residenza se il titolare non è un viaggiatore del paese d'origine.

Delega a condurre
Si ricorda a chi guida un'auto non propria di avere una delega del proprietario con firma autenticata.

Norme di guida
Senso di marcia: guida a destra, sorpasso a sinistra.
I veicoli che si immettono in una rotatoria  hanno l’obbligo di dare la precedenza a quelli che già la stanno percorrendo.
In una strada di montagna, il veicolo che discende deve dare la precedenza al veicolo che sale, a meno che quest'ultimo non abbia a disposizione un'area per fermarsi e dare la precedenza al veicolo in discesa.

Tasso alcolemico: il limite consentito dalla legge è del 0,08%.
Se un conducente coinvolto in un incidente risulta positivo ai test alcolemici, l'assicurazione non copre i danni materiali e alle persone.

Equipaggiamento obbligatorio:
Dispositivi di sicurezza
Le cinture di sicurezza sono obbligatorie per chi viaggia sui sedili anteriori.
Vivamente consigliato, sebbene non sia obbligatorio, l'uso delle cinture di sicurezza sui sedili posteriori e di dispositivi di sicurezza per i minori adeguati alle loro dimensioni.
Il casco di protezione è obbligatorio per i motociclisti ed i loro passeggeri.

Luci: gli anabbaglianti devono essere usati di giorno quando la visibilità è ridotta, ovvero durante tempeste di sabbia, polvere, nebbia o durante un temporale.

Autostrade: le autostrade di recente costruzione sono di buona qualità mentre la segnaletica stradale è lacunosa.
Non è previsto il pedaggio e il limite di velocità è nelle aree urbane 60-80 km/h sulle strade locali e 100 km/h sulle autostrade, mentre nelle zone extra urbane il limite è di 120 km/h (controllata anche con autovelox).

E’ prevista la carcerazione immediata del conducente per 48 ore, il sequestro del veicolo per una settimana e l'ammenda di 75 reali (circa 159 euro) per le seguenti violazioni:
-attraversamento con semaforo rosso;
-sorpasso a destra;
-guida in stato di ebbrezza;
-guida senza patente valida.
-eccesso di velocità superiore ai 70 km/h rispetto al limite
In caso di recidività o qualora l'infrazione abbia causato vittime le pene vengono aumentate ed il conducente responsabile è rinviato a giudizio per direttissima.
Si raccomanda di prestare molta attenzione alla guida, dato il considerevole aumento, negli ultimi anni, degli incidenti automobilistici.

Trasporti interni:
Sono assicurati da un'efficiente rete stradale soprattutto tra i grandi centri e da collegamenti aerei. Alcuni tratti stradali non sono interamente asfaltati e per percorrerli è necessario l'uso di fuoristrada. I cartelli stradali sono in arabo ed in inglese. Non esiste una rete ferroviaria. I trasporti urbani sono assicurati da taxi e da piccoli autobus. Le autovetture a noleggio (in Oman operano le principali compagnie di noleggio internazionali) sono relativamente economiche.
I porti principali sono: Mina Sultan Qaboos, Mina Al Fahal nel Governatorato di Mascate, Sohar a nord e Salalah nel Sud. Si può raggiungere l'Oman via terra, noleggiando un'autovettura negli Emirati Arabi. In tal caso è necessario chiedere al noleggiatore, con almeno 3-4 giorni d’anticipo, una copertura assicurativa supplementare del veicolo per il periodo di permanenza previsto in territorio omanita.

Collegamenti con l'Italia: dal 3 dicembre 2010 sono stati introdotti i voli diretti  della Compagnia Aerea Oman Air collega Milano Malpensa a Mascate con frequenza giornaliera.
Gli aeroporti internazionali sono: Seeb (Mascate) e Salalah.

Per informazioni di carattere generale sulla sicurezza dei voli e sulle compagnie aeree dei Paesi cui è vietato operare nello spazio aereo UE in quanto non in regola con gli standard di sicurezza dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea, si consiglia di consultare la sezione  Sicurezza aerea curata in collaborazione con l’Enac ed il sito della Commissione Europea.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.